spaghetti pomodoro Gennaro EspositoHo visto una sera in televisione un cuoco napoletano spiegare come faceva lui il sugo al pomodoro, per condirci poi degli spaghetti. Ci sono a cena un po' di volontari e decido di mettere in tavola una bella cofana di spaghetti con il sugo come lui lo ha fatto. Ricetta semplice, roba da tutti i giorni, ma con alcune piccole differenze ... Sarà diversa dalla solita pasta al pomodoro?

Il sugo si prepara facendo brasare una bella cipolla di tropea tagliata fine unita ad un paio di spicchi di aglio e un bel po' di olio evo, poi si aggiungo dei pomodori pachino tagliati a metà (primo pomodoro), si fanno appassire e quindi si aggiunge del concentrato (secondo pomodoro) e infine degli ottimi pelati (terzo pomodoro). Sale, un po' di zucchero e dell'acqua se serve. Si lascia quocere per una mezz'ora schiacciando alla fine i pelati. A fuoco spento si unisce il basilico fresco spezzettato e si condiscono gli spaghetti (io ho usato i n. 5 di Rummo). Si versa nella cofana e si cosparge di parmigiano reggiano di quello buono. Quindi si va all'assalto.

Vedere le persone che si contendono il sugo rimasto a furia di "scarpette" è una soddisfazione.